Tutte le News, Recensioni, Soluzioni e Trucchi per tutte le console! E tanto altro ancora!
 
IndicePortaleFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 [NDS/RECENSIONE] Dragon Quest Mosters - Joker

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
roxas
Cadetto
Cadetto
avatar

Numero di messaggi : 870
Età : 24
Località : Parte Di Sora
Data d'iscrizione : 17.08.08

MessaggioTitolo: [NDS/RECENSIONE] Dragon Quest Mosters - Joker   Sab Ott 18, 2008 8:48 pm



Titolo: Dragon Quest Monsters: Joker
Piattaforma: DS
Genere: JRPG
Software house: Square Enix
Sviluppatore: Square Enix
Distributore: Halifax
N.giocatori: 2
Pegi: 7+


Arrivano i mostri


Una delle firme più rinnomate in tutto il mondo, per quanto riguarda i fumetti giapponesi, è sicuramente Akira Toryama, talentuoso “papà” della celeberrima serie Dragon Ball. Dalla fervida mente del mangana, è nato anche l'universo di Dragon Quest, mondo con forti influenze fantasy dove si muovono eroi e mostri di ogni genere. In Italia abbiamo imparato a conoscere questa ambientazione grazie a manga come “L'Emblema di Roto”, l'anime “I Cavalieri del Drago” e, non certo ultimi, i videogiochi tra cui spicca per qualità “Dragon Quest VIII: L'Odissea del Re Maledetto”, che molti consensi ha raccolto su PlayStation 2.

Come sempre, in Giappone e negli Stati Uniti, il pubblico ha avuto molte più occasioni rispetto a noi europei per esplorare questa “cosmologia”, che nel campo dei videogame conta decine di incarnazioni tra la serie regolare e diversi spin-off. Giunge in questi giorni anche in Europa, l'ultima evoluzione di Dragon Quest Monster, costola della saga principale, basata e incentrata sulla possibilità di catturare, allevare, e far combattere alle proprie dipendenze i mostri apparsi nei vari capitoli. E' il Nintendo DS la piattaforma scelta per ospitare Dragon Quest Monster: Joker, evoluzione naturale dei giochi che dal 1998 hanno appassionato milioni di fan.
Questa volta, ci ritroveremo nei panni di un giovane eroe (come da tradizione, saremo noi stessi a sceglierne il nome), combattuto tra il desiderio di diventare un espertissimo scout (un domatore di mostri, per intenderci) e il problematico rapporto con il proprio padre, Poker, l'austero comandante di CELL, una associazione segreta i cui scopi sono sconosciuti anche alla maggior parte dei suoi membri. Con l'avvicinarsi dell'apertura del torneo che vedrà scontrarsi i migliori scout del mondo, l'impazienza del nostro protagonista diventa irrefrenabile, costringendo Poker a rinchiuderlo in una cella per non farlo fuggire sull'isola Domus, sede della gara.
Quando però ogni speranza sembra essere perduta dietro le sbarre, lo stesso comandante, con un atto del tutto inaspettato, decide di permettere al figlio di partecipare al torneo, a patto che si impegni a risolvere una missione segreta che gli verrà svelata passo dopo passo. Inizia così la nostra avventura attraverso l'arcipelago Croupier, tra pericoli, intrighi e tanta voglia di dimostrare a tutti chi è lo scout più talentuoso!

Non è bello ciò che è bello, ma è bello il Vampistrello

Prendendo dunque la guida del nostro Eroe, ci ritroveremo a dover esplorare le diverse isole dell'arcipelago in quello che si rivela essere un susseguirsi più o meno libero di differenti missioni, con la costante ricerca di formare una squadra di mostri capace di sconfiggere qualsiasi avversario. Sin dalle prime battute potremo infatti contare su un mostro, grazie al quale, ogni volta che incontreremo suoi simili, saremo in grado di combatterli o cercare di reclutarli tra le file della nostra squadra. Camminando per le varie location, vedremo chiaramente sullo schermo se un nemico è nelle vicinanze, potendo decidere così se fuggire o attaccare briga (sempre che non sia lui a farlo prima di noi).

Iniziando il combattimento, ci sarà molto più chiaro il modello su cui si basa l'ultima fatica della Square Enix. Il giocatore potrà schierare sul campo sino a tre mostri, mentre altri tre saranno in posizione di riserva (utilizzabili solo se messi “titolari” tra un combattimento e l'altro) e altri ancora inviati ad un deposito collegato ad ogni centro abitato. Le creature verranno gestite esattamente come in un classico jrpg, combattendo a turni in base a skill e abilità migliorabili e acquisibili salendo di livello di volta in volta, potendo persino usare alcune armi. Per semplificare e velocizzare il tutto, sarà anche possibile selezionare alcune tattiche standard e lasciare l'azione ai combattenti, sempre che non si voglia andare sul sicuro scegliendo di volta in volta se e come attaccare, difendersi o utilizzare magie e oggetti.

Come accennato in precedenza, il punto che discosta l'azione dai giochi di ruolo nipponici a cui ci siamo abituati, è la possibilità di reclutare un mostro avversario tramite un apposito comando. Muovendosi su questa strada, il nostro team si esibirà in attacchi fisici verso il bersaglio designato, senza fargli alcun male ma mostrando il proprio potenziale offensivo. In base alla percentuale di convincimento raggiunta, avremo più o meno possibilità che il prescelto rimanga impressionato dalla nostra forza, decidendo così di passare dalla nostra parte, non solo abbandonando la situazione di mostro senza padrone, ma magari rinnegando persino il vecchio scout proprietario.

Deliziosi animaletti da compagnia

Non a caso abbiamo iniziato parlando del combattimento e dell'acquisizione dei mostriciattoli ( anche se ne troverete di grossi e spaventosi...), perché infatti saranno proprio queste le attività principali che vi terranno impegnati durante il gioco. Per poter andare avanti nella storia principale, dovrete logicamente migliorare la vostra squadra, intermezzando il tutto con la visita delle abitazioni, per sfruttarne negozi e banche (usatele spesso, qualora doveste perdere in battaglia, vedrete dimezzati i soldi che avrete in tasca...), con la costante delle Postazioni Scout, edifici sparsi in tutte le isole, dove potrete rifornirvi d'oggetti, scegliere come posizionare i vostri “sottoposti”, conoscere altri scout e soprattutto cimentarvi nelle sintetizzazioni.

Ogni mostro, appunto, potrà essere sintetizzato con un altro (a patto di essere di carica energetica diversa, in modo da risultare complementari), per dare vita ad una creatura nuova, solitamente più forte. La sintetizzazione, non solo ci permetterà di creare ex-novo un essere, ma chiamerà in causa anche una certa dose di tattica, poiché potremo scegliere sino a tre skill da tramandare dai “genitori” al nuovo nato, decisioni che si riveleranno molto importanti nelle battaglie future. Continuerà in questa maniera il ciclo di allenamenti, visto che l'ultimo arrivato dovrà ripartire dalla base dei punti esperienza , nonostante i mostri sintetizzati debbano quantomeno essere già giunti al decimo livello. Insomma, se non riuscirete a catturare un mostro di livello alto (ricordiamo che sono delineati da diverse lettere, partendo dalla F per giungere alla X), potrete sempre costruirvelo in laboratorio.

In una simile meccanica di gioco, nonostante vi sia una discreta profondità tra varie famiglie di combattenti e abilità, la continua corsa al level-up, inizierà presto a farla, gioco forza, da padrone, a discapito della varietà. Una trama ben congeniata e interessante, avrebbe potuto limitare la noia, ma le storie che si andranno a intrecciare non sono propriamente intriganti e neppure sorrette da personaggi particolarmente carismatici, compreso lo stesso protagonista.

Sarà che siamo tutti mostriciattoli

A muovere Dragon Quest Monster: Joker , è un motore grafico completamente in 3 dimensioni, estremamente colorato, ma afflitto da una qualità altalenante. Se i personaggi principali si attestano su livelli pregevoli in rapporto alla console dove sono ospitati, ambienti e comparse soffrono di qualche difetto in eccesso. Tolta la continua ripetizione delle comparse (vedremo i soliti 4-5 modelli replicarsi diverse volte su ogni isola), le location risultano scarne e non sempre supportate da sufficiente qualità nelle texture e nell'uso dei poligoni, lasciando l'amaro in bocca, visto i buoni risultati che gli elementi cardine (tra cui moltissimi mostri) riescono a mostrare.

Per quanto riguarda l'audio, era davvero lecito attendersi qualcosa di più. Oltre ad un campionario di effetti sonori decisamente nella media, senza nessun picco di qualità, le musiche lasciano inizialmente ben sperare, grazie ad un paio di ottimi temi, ma falliscono nel tentativo di farsi amare, a causa della scarsità di brani presenti e della non esaltante prova di Sugyama in alcuni di essi. Certo, nulla che possa dare fastidio al vostro padiglione auricolare, ma registriamo una semplice sufficienza, nonostante la presenza di un compositore che in passato ha dimostrato di saper scrivere pezzi memorabili.

Dove però s'innalza notevolmente il gioco, è nel multiplayer. Oltre alla possibilità di sfidare gli amici tramite il wireless del Nintendo DS, misurandosi in combattimenti e tornei, avendo a disposizione una connessione a internet e un access point, vi si aprirà davanti l'interessantissima prospettiva di giocare tramite wi-fi. Grazie alle apposite opzioni e alle Postazioni Scout, potrete combattere contro altri giocatori di tutto il mondo in duelli casuali (incontrando il primo avversario disponibile) o aggregandovi alla Joker Monster Cup.

Quest'ultima modalità permetterà agli iscritti di intraprendere realmente la carriera per diventare il migliore scout sulla faccia del pianeta. Facendovi aderire la propria squadra di mostri e sfidando gli altri contendenti, accederete ad una classifica generale, basata sui vari risultati ottenuti. Ogni giorno la graduatoria verrà aggiornata, per mostrare a tutto il mondo i vostri progressi. Davvero una aggiunta capace di fare la differenza in un titolo che già in singolo è riesce ad offrire sulle 25 ore di gioco.

Tutto sommato, Dragon Quest Monster offre una divertente esperienza a chi adora i giochi basati sul collezionismo e sull'allevamento dei propri mostriciattoli (chi ha detto “Pokemon”?), a patto di prendere coscienza che il girovagare alla ricerca di nuovi compagni (più di 200 razze differenti) e il loro allenamento saranno il quasi unico pane quotidiano dell'arcipelago Croupier. Chi è alla ricerca di un gameplay più vario (magari con un utilizzo più massiccio del touch screen...), potrebbe parimenti trovarsi a storcere il naso di fronte ad una struttura che pone quasi tutto il buono che ha in un battle system non troppo originale ma comunque solido. Un vero peccato che poi la realizzazione tecnica passi da elementi molto gradevoli ad altri decisamente migliorabili. In ogni caso, un esordio positivo di Dragon Quest Monster su Nintendo DS, aspettando al varco il prossimo capitolo.

Commento

Per diventare il miglior scout del mondo, dovrete sudare sette camicie. Non tanto per l'apprendimento di un sistema di combattimento profondo si, ma non particolarmente complicato, quanto per una continua necessità di combattere per far salire di livello i vostri “pargoletti”, in modo da renderli competitivi. Che sia ben chiaro, non che ci si potesse aspettare qualcosa di diverso da un titolo basato sull'allevamento di mostri, ma il gameplay alla lunga stagnante, non trova nella trama (tiepida, a partire dal protagonista sino ad arrivare alla storia di fondo) delle solide fondamenta capaci di sostenerlo.
Certo è che il mondo nato dalla magica matita di Toryama sa brillare (nonostante visibili carenze grafico/sonore) di luce propria, grazie ad uno stile che in molti abbiamo imparato ad amare e conoscere tra manga e cartoni animati. Così gli amanti del collezionismo troveranno pane per i propri denti. Non solo pane, a dirla tutta, ma un banchetto ben assortito su cui soffermarsi moltissime ore, tra gioco in singolo e appassionante sistema di sfide online della Joker Monster Cup. Tutti gli altri invece potrebbero trovare molti problemi nel combattere la noia che uno schema di gioco poco vario nasconde nel suo stesso DNA.

Ecco delle imaggini.

Spoiler:
 

Fonte: SpazioGames
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
[NDS/RECENSIONE] Dragon Quest Mosters - Joker
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» LE PREVISIONI DI LOTTOELOTTO : IL TERNO SECCO JOKER!
» Codex Necron: Recensione
» Recensione eserciti
» Recensione Dreadfleet
» Aiuto creazione dragon shaman

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
CONSOLE MANIA :: NINTENDO SPACE :: Nintendo DS :: Recensioni Nintendo DS-
Andare verso: