Tutte le News, Recensioni, Soluzioni e Trucchi per tutte le console! E tanto altro ancora!
 
IndicePortaleFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 [NDS/RECENSIONE] Ferrari Challenge

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cloud Strife
Master
Master
avatar

Numero di messaggi : 6036
Età : 23
Data d'iscrizione : 03.08.08

MessaggioTitolo: [NDS/RECENSIONE] Ferrari Challenge   Dom Nov 02, 2008 10:42 pm



Questo è davvero un periodo magico per l’utenza del Nintendo DS, ma non solo per gli appassionati dei giochi automobilistici, bensì per tutti quanti, dal momento che diverse terze parti hanno iniziato a sfornare a ripetizione piccole gemme dalla qualità strabiliante. Si pensi, ad esempio, a Brothers in Arms DS, oppure a Call of Duty 4, o al recentissimo Race Driver – Create e Race, che citeremo molto spesso nel corso di questa recensione. Il Natale 2007 sta regalando un periodo particolarmente intenso e foriero di emozioni a tutti i felici possessori del bivalve Nintendo. A fare da ciliegina sulla torta, chiudendo ottimamente un'annata splendida, sembra pensarci proprio questo Ferrari Challenge Trofeo Pirelli di System 3.

Spoiler:
 

Scaldate le gomme
Ormai lo ripetiamo da mesi, e ogni volta che lo diciamo dopo qualche tempo sbuca fuori un nuovo titolo che ci costringe nuovamente a cadere nel banale. Per cui, saremo noiosi, ma anche in questa occasione è doveroso esordire con l’inflazionata frase: “il DS continua a stupirci e sembra non avere limiti”. Ed in effetti, se si pensa che solamente tre anni fa la maggior parte degli sviluppatori aveva etichettato questa console come appena una variante poco più potente del vetusto Game Boy Advance, adatto più ai giochi bidimensionali che a quelli zeppi di poligoni, possiamo ben comprendere quanto, negli ultimi mesi, la situazione si sia evoluta in modo sorprendente. Ma, una volta tanto, non è stata Nintendo a trainare il carro, non è stata la Casa di Kyoto a mostrare la via. O meglio, non è stata solo lei a posizionarsi in prima linea, perché basta prendere i già citati Brothers In Arms DS, Call of Duty 4, Race Driver - Create e Race e questo nuovissimo Ferrari Challenge Trofeo Pirelli per scoprire che anche le altre software house non hanno certo perso tempo. In particolar modo andando ad interessare quei settori dove il piccolo DS si era sempre dimostrato carente: quello degli FPS e quello dei giochi di guida simulativi. E perché esistano queste lacune è assai ovvio: per sviluppare un buono sparattutto in prima persona o per creare un eccellente racing game è necessaria, anzitutto, una signora realizzazione grafica forte di paesaggi definiti, texture d’alta qualità ed un frame rate sempre costante. Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, ve lo diciamo subito, eccelle in tutti questi campi, e si posiziona con sicumera tra i più bei giochi mai apparsi su DS. Ma prima di lasciarci andare all’entusiasmo, vediamo di procedere con ordine nella analisi.

La Ferrari? Un mito. Su DS? Un sogno!
Ritrovarsi per le mani un gioco interamente dedicato alle macchine più belle della storia che possa girare sul piccolo DS (e presto, per fortuna, anche su Wii), è davvero l’equivalente di un sogno che si realizza. Giochi simili, che puntano tutto sulla simulazione e sul comparto tecnico, infatti, sono soliti apparire su PC e sulle piattaforme più potenti, disdegnando invece le sfide più interessanti. Sfide prontamente raccolte da System 3, che ha deciso di adattare l’ambizioso progetto alle specifiche del bivalve grigio targato Nintendo.

“Ferrari Challenge Trofeo Pirelli eccelle in tutti questi campi, e si posiziona con sicumera tra i più bei giochi mai apparsi su DS.”

Spoiler:
 

Ferrari Challenge Trofeo Pirelli è un gioco per amatori. Per esperti. Per piloti, potremmo persino dire. E’ un titolo elitario, non è un gioco adatto a tutti. Come del resto una Ferrari non può essere guidata da chiunque. Chi accende per la prima volta il gioco, deve infatti convincersi che per vedere i primi risultati dovrà anzitutto allenarsi duramente. Le Ferrari si comportano in maniera oltremodo realistica. Non si tengono facilmente in strada, specie quando si infrangono le barriere dei 300 km/h. In curva non basta lasciare l’acceleratore ma si deve mettere da parte l’orgoglio e frenare bruscamente, arrivando magari quasi a fermarsi per affrontare al meglio la chicane o il tornante che ci si para davanti. E se si sceglie di guidare col cambio manuale, allora ricordatevi anche di scalare, perché mantenendo una marcia alta non avrete il freno motore necessario a fermarvi per tempo. Subito dopo, poi, non vi basterà tornare a pigiare sul pulsante A per ripartire, perché a seconda del modello, delle condizioni della strada e della velocità, potreste ritrovarvi in testacoda. Per avere qualche speranza di finire un giro senza essere coinvolti in alcun incidente dovrete anzitutto imparare a guidare; per avere qualche flebile speranza di arrivare tra i primi nei Gran Premi dovrete invece conoscere quasi a memoria i tracciati. E questo perché Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, nonostante nasca su Nintendo DS, è un gioco dannatamente tecnico e oltremodo simulativo.

“Le Ferrari si comportano in maniera oltremodo realistica. Non si tengono facilmente in strada, specie quando si infrangono le barriere dei 300 km/h. In curva non basta lasciare l’acceleratore ma si deve mettere da parte l’orgoglio e frenare bruscamente, arrivando magari quasi a fermarsi per affrontare al meglio la chicane o il tornante che ci si para davanti. E se si sceglie di guidare col cambio manuale, allora ricordatevi anche di scalare, perché mantenendo una marcia alta non avrete il freno motore necessario a fermarvi per tempo.”

E i ragazzi di System 3 lo dovevano saper bene, ecco perché durante le nostre prime partite non ci verrà lasciata libertà d’azione, ma dovremo invece affrontare una lunga sequenza di prove che, pian piano, ci faranno prendere confidenza con i controlli. Controlli ottimi, che rispondono sempre e comunque prontamente e che non fanno rimpiangere l’assenza di uno stick 3D. E quando riuscirete a finire nei tempi stabiliti i giri nei circuiti più noti, da Monza al Mugello, allora sarete pronti per affrontare anche gli avversari controllati dalla cpu.

“Ferrari Challenge Trofeo Pirelli premia la guida sportiva e mal vede la prepotenza. Basti pensare che, nelle prove più difficili, vi verranno decurtati dei punti per ogni avversario “toccato” mentre ve ne verranno assegnati altri per tutti i sorpassi puliti andati a segno.”

Il campionato si articola in una lunga serie di sfide che vi porteranno a scoprire diversi modelli di Ferrari (tra cui ricordiamo la F430, la F355 e la mitica F360, più un regalo che gli appassionati non potranno non gradire) e 16 circuiti nei quali dovrete vedervela con sette avversari ottimamente gestiti dalla IA del gioco. Durante il primo giro, ad esempio, molti scodano velocemente per scaldare le gomme, altri provano a sorpassare e magari demordono onde evitare incidenti, altri ancora finiscono fuori pista per aver preso male un dosso. Tutti, però, sono caratterizzati da una guida pulita ed eviteranno quasi sempre di tamponarvi o di spingervi fuori pista. E questo perché Ferrari Challenge Trofeo Pirelli premia la guida sportiva e mal vede la prepotenza. Basti pensare che, nelle prove più difficili, vi verranno decurtati dei punti per ogni avversario “toccato” mentre ve ne verranno assegnati altri per tutti i sorpassi puliti andati a segno.

Il brivido della guida
Come dicevamo due paragrafi fa, dunque, non crediate di prendere Ferrari Challenge Trofeo Pirelli come il solito gioco automobilistico. Non crediate, soprattutto, che sia il solito giochino per console portatile. In quanto a profondità dei controlli e aspetto simulativo, infatti, l’ultima fatica di System 3 può rivaleggiare anche con i giochi per console da salotto. Dato che questo Natale vedrà comparire sulla scena altri due titoli automobilistici (Need for Speed ProStreet di EA e Race Driver – Create e Race di Codemasters), vediamo di tracciare un parallelo tra questi e Ferrari Challenge Trofeo Pirelli per capire quale possa essere l’acquisto più adatto ad ognuno di voi. Partiamo dal profilo della giocabilità. Su questo terreno, due titoli, ovvero Race Driver e Ferrari Challenge, si posizionano sul fronte dei giochi simulativi, mentre Need for Speed ProStreet predilige uno stile di guida più leggero e scanzonato in grado di perdonare anche gli errori grossolani dei piloti inesperti. Se amate le simulazioni, ergo, il titolo di Electronic Arts deve essere messo da parte all’istante, mentre i giochi di Codemasters e System 3 rimangono su livelli pressoché simili anche se, a voler essere pignoli, in diversi frangenti Ferrari Challenge offre una guida ancor più profonda e difficile. Viceversa, la fisica negli scontri viene gestita meglio da Race Driver. Su questo profilo, insomma, si delinea la parità tra il gioco del cavallino rampante e il novello Toca.

Dal punto di vista della sfida, Race Driver e Ferrari distanziano ampiamente ProStreet, proponendo entrambi non solo un numero elevato di competizioni, ma anche una curva sempre crescente di difficoltà ed una soddisfacente resa dell’intelligenza artificiale che muove i concorrenti. Race Driver ha un numero di gare più elevato, Trofeo Pirelli è più difficile. Anche in questo caso si può decretare la parità. Sotto il profilo delle innovazioni, invece, è Race Driver a dettar legge dal momento che propone anche la possibilità di creare a suon di stylus fino ad otto circuiti completamente personalizzabili persino nel livello di dettaglio degli scenari. Ferrari Challenge contiene unicamente circuiti “ufficiali” ed ha un parco macchine forzatamente più monotono dal momento che conta “solo” Ferrari. Dal punto di vista della realizzazione tecnica, grafica e sonoro, è il cavallino rampante dei System 3, dopo un feroce testa a testa con il titolo Codemasters a posizionarsi sul gradino più alto del podio. Race Driver Create e Race ha un ottimo comparto grafico ma pecca leggermente nel sonoro. Ferrari Challenge Trofeo Pirelli presenta invece una veste grafica se è possibile ancora più convincente, fresca e dettagliata e a tutto questo unisce un aggiornamento del frame rate fluido e costante ed un comparto sonoro (specie nei rombi del motore) davvero fedele. Male Need for Speed ProStreet, che presenta un comparto tecnico vecchio e scialbo. Se Race Driver Create e Race era stato dunque accolto con ottimismo dalla redazione del Mario & Yoshi’s friends –MAGAZINE-, Ferrari Challenge Trofeo Pirelli va addirittura oltre, posizionandosi, de facto, come il miglior gioco automobilistico simulativo disponibile su Nintendo DS.

Spoiler:
 

Tecnicamente imbattibile, offre un inarrivabile dettaglio grafico per quanto riguarda la realizzazione di tutti i circuiti e modelli poligonali delle varie vetture particolarmente sinuosi e privi di spigolosità. Qua e là si intravede qualche texture più sporca, ma a fronte di questo dobbiamo anche considerare che l’aggiornamento del frame rate rimane costante anche nel multiplayer, persino nelle scene più concitate, e che i rallentamenti sono davvero rari, se non inesistenti. Se proprio dovessimo trovargli un difetto, questo risiederebbe nella mancanza di una modalità on line attraverso la Nintendo Wi-Fi Connection. Ciò nonostante permette comunque di sfidarsi con un amico con una sola scheda di gioco, anche se in questo caso sarà possibile combattersi unicamente su due circuiti.

Cos’altro aggiungere? Cosa dire che non è stato ancora detto? Nulla, perché in tre pagine di recensione e in quasi diecimila caratteri spesi per delineare la grande ed inaspettata potenza del cavallino rampante in versione DS, il quadro dovrebbe esservi ormai chiaro. Ferrari Challenge Trofeo Pirelli è il gioco automobilistico più bello che ci sia mai capitato di vedere su DS. Punto. Se amate il genere dovete correre a comprarlo.

Fonte: Ludus

_________________


I Miei Contest
Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.console-mania.forumattivo.com
Elivan
Master
Master
avatar

Numero di messaggi : 6923
Età : 25
Località : Gela
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Re: [NDS/RECENSIONE] Ferrari Challenge   Dom Nov 02, 2008 11:31 pm

Mmm... per essere per NDS, la grafica mi sorprende! Very Happy

_________________

W CONSOLE-MANIA!

Miei Contest!



... Homer Simpson esiste... questa è la prova:
Spoiler:
 


... Anche Super Mario esiste! O_O
Spoiler:
 
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://console-mania.forumattivo.com/forum.htm
 
[NDS/RECENSIONE] Ferrari Challenge
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Codex Necron: Recensione
» Recensione eserciti
» Recensione Dreadfleet
» Recensione Nuovi Nani!
» recensione nuovi elfi silvani

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
CONSOLE MANIA :: NINTENDO SPACE :: Nintendo DS :: Recensioni Nintendo DS-
Andare verso: